Art 2350 del catechismo cattolico: vergini all’altare

2350: “I fidanzati sono chiamati a vivere la castità nella continenza. Messi così alla prova, scopriranno il reciproco rispetto, si alleneranno alla fedeltà e alla speranza di riceversi l’un l’altro da Dio. Riserveranno al tempo del matrimonio le manifestazioni di tenerezza proprie dell’amore coniugale. Si aiuteranno vicendevolmente a crescere nella castità.”

Alice era una fervente cattolica, vicina ai movimenti integralisti.

Alice era fidanzata con Michele, membro del locale circolo di Comunione e Liberazione.

Michele scopava con tutte, ma ad Alice raccontava che la castità era un valore assoluto, e che loro mai avrebbero dovuto fare sesso prima di sposarsi.

Alice un giorno incontrò il Coniglio Bianco.

Alice prese la pillola blu, e lo specchio le rivelò quella che sarebbe dovuta essere la sua vita.

Alice lasciò Michele e disse basta a tutte le ipocrisie.

Alice ora è libera.

9 Replies to “Art 2350 del catechismo cattolico: vergini all’altare”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...