Oro (supereroine comuniste)

Il 21 dicembre 1961 Natasha era regolarmente al lavoro nella fabbrica orafa di Vladivostok. La giornata era freddissima, con il termometro che non saliva mai sopra i -30ºC.

Su tutta la regione si stava scatenando una vera e propria tempesta, nel cielo i lampi ed i tuoni si susseguivano senza sosta …. sembrava che su in alto fosse in atto Ragnarok, la battaglia finale degli dei norreni contro le forze del caos .

Era quasi mezzogiorno quando un fulmine di una potenza inimmaginabile colpì la fabbrica fondendo tutte le macchine elettriche.

Natasha, che stava lavorando vicino ad un enorme altoforno elettrico usato per fondere l’oro, fu investita da un getto del nobile metallo.

Le compagne ed i compagni di lavoro assistettero impotenti alla tragedia, Natasha sembrò a tutti spacciata.

Ma poi avvenne la trasformazione, intere parti del corpo di Natasha si trasformarono in Oro Vivente.

Una nuova supereroina era nata!

Natasha, con il nome di battaglia di Oro, si distinse nella guerra finale tra le forze comuniste e quelle capitaliste.

Lottò senza tregua sino a quando il socialismo non uscì vittorioso.

Ora, a distanza di 55 anni dalla vittoria finale, il mondo intero, unito sotto la bandiera del socialismo la ricorda con commozione e ringraziamento.

Hasta la Victoria Siempre compagna Oro.

10 Replies to “Oro (supereroine comuniste)”

Rispondi a Gravantes Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...