Le aspettative e lo strano effetto che fanno certi post

È strana assai la vita virtuale dei blog, a volte lontana mille miglia dalla realtà.

Ad esempio non è tanto quello che uno pubblica, ma il cambio improvviso di argomento che lascia a volte perplessi i lettori, e questo accade anche quando uno ha pochissimi lettori.

Tanto per esemplificare prendo l’esempio del sottoscritto, ma è solo un esempio.

Anni fa ho aperto il mio blog per pubblicare i miei disegnini, all’inizio in modo totalmente anonimo, poi me ne sono fregato di fare sapere chi fossi.

Ma per tutti il mio blog era ed è quello di chi pubblica disegni più o meno porno, insomma cazzi, tette e fighe a go go .

Però se pubblico qualcosa che riguarda la mia vita, la vita che di fatto nessuno conosce nella blog-sfera, c’è chi rimane stupito «ma come fai a scrivere cose così serie, non sei quello dei cazzi e passere?»

Sociologicamente la cosa è interessante, lo stupore non è tanto se pubblico cazzi e fighe, ma se improvvisamente pubblico qualcosa che di fatto spiazza.

Il motivo è semplice, non conoscendoci personalmente tendiamo a farci un’immagine della vita degli autori dei blog basandoci di quello che viene pubblicato.

Ma questo porta a creare personaggi di pura fantasia, “gli autori dei blog” che non esistono nella realtà, o almeno non più dei personaggi dei romanzi.

È per questo motivo che il cambio di registro nelle pubblicazioni spiazza i lettori, in qualche modo è come dire “guardate che non sono quello che immaginate, od almeno, non sono solo quello che viene fuori dai miei post”.

La cosa migliore è prendere i blog per quello che sono, finestre virtuali aperte su un frammento piccolo della nostra vita .

Quindi a maggior ragione non hanno senso i litigi ed i drammi per quello che viene scritto, ha ragione AllegroP, prendiamo con leggerezza i blog, e soprattutto ricordiamoci che dietro a questi blog ci sono persone vere in carne ed ossa molto più complesse di quanto possiamo immaginare.

In ogni caso, tra qualche giorno arriverà un nuovo disegno, assolutamente porno, e ntukulu alla scienza 🤣

3 Replies to “Le aspettative e lo strano effetto che fanno certi post”

  1. Beh, nel blog ci si pone nel modo che ci piace porci. Sono scelte. E’ vero, a volte sono destabilizzanti per i lettori, ma poi si capisce. Per esempio io non so fino a che punto sono me stessa sul blog. Io non parlo mai di cose davvero personali e nemmeno pongo mai questioni complicate, io mi sono creata un ambiente ad hoc, direi una comfort zone dove sto bene. Una specie di tavolino di un bar dove ci si ferma a chiacchierare un po’. Tanto di me nessuno lo sa e non lo saprà mai. E’ questo che io ho scelto per me.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...