Una doverosa spiegazione

Care e cari, chi ha provato questa mattina ad accedere al mio blog ha constatato che non è presente nessun contenuto. Tutti i disegni sono spariti.

No, non è uno dei tanti pasticci fatti da WP e nemmeno un mio errore.

Ho deciso di cambiare la filosofia del blog.

Innanzitutto il blog sarà di nuovo accessibile a tutte/i. Ma purtroppo, a causa di seri problemi con l’istituzione con cui lavoro, non potrò pubblicare i miei disegnini porno in un blog aperto.

Qualche persona ha reputato profondamente disdicevole, sessista e maschilista il mio blog, e quindi assolutamente disdicevole per questa cazzo di cultura politically correct (esiste un codice comportamentale nel mondo dell’università, che permette di censurare comportamenti totalmente leciti dal punto di vista legale).

La soluzione è questa. Il blog è aperto ma gli eventuali disegni “porno” saranno pubblicati censurati. Chiunque vorrà vedere l’originale non censurato non farà che chiedermelo via mail ed io invierò il disegno (purché la richiesta provenga da una persona che io conosco, o personalmente o tramite la rete).

Sto facendo anche dei disegni “double face” … qui sul blog publicherò quelli con i personaggi (pochissimo) vestiti però, di nuovo su richiesta via mail, potrò inviare la versione “nuda”.

Quindi non fate le timidone/i scrivetemi per avere i disegni con i personaggi nudi.

L’indirizzo di e_mail è amasini58@gmail.com

Un altro motivo che mi obbliga a riaprire il blog è che al blog privato possono accedere esclusivamente persone che sono registrate con un proprio blog (magari vuoto) su WP , questo ha tagliato via le/i tante/i amiche/i che non vogliono registrarsi su WP.

Questo è quanto. A beve inizierò a pubblicare la mia nuova serie sui supereroi rivisti e corretti.

8 Replies to “Una doverosa spiegazione”

  1. Chiarissimo, data l’aria di caccia alle streghe che gira nel mondo accademico e non, la scelta è saggia e doverosa.
    Se posso permettermi un consiglio: invece di far tutto il lavoro epistolare elettronico, non basta fare i post con temi “delicati” protetti da password. A chi interessa basterà mandare solo quella 😎

    Piace a 1 persona

    1. purtroppo non è così, a causa del ruolo che ricopro. Nell’università esiste un codice di comportamento che permette di censurare tutto ciò che può essere dichiarato disdicevole per la reputazione dell’istituzione (ad esempio creando imbarazzo negli studenti, poco importa se questo imbarazzo riguardi solo l’1 per mille degli studenti. In Italia l’ipocrisia e la sessuofobia la fanno da padroni. Abbiamo disgraziatamente la chiesa cattolica che detiene un potere enorme.

      "Mi piace"

Rispondi a Filimages Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: