La regina dei topi: cronache del dopobomba N 6.

E’ ormai passato un secolo da quando USA e Russia scatenarono il conflitto nucleare. Il mondo ne uscì distrutto. Ma dopo un secolo il nostro pianeta ha ripreso a vivere. Queste sono le cronache della vita sulla terra nell’anno 2121.

Pussy, strano nome per la regina dei topi, ma così è conosciuta tra le prostitute della discarica di Verona.

Pussy aveva due genitori mutanti, ma comunque umani. Il padre faceva il rigattiere di scorie nucleari e la madre accudiva una famiglia di gatti.

Non esistevano più ospedali per gli umani e tantomeno cliniche ostetriche , le donne partorivano come nei tempi antichi, assistite da levatrici troppo spesso improvvisate.

Quando Pussy nacque il padre lanciò un urlo tremendo, sua figlia aveva la testa da topo.

Il padre guardò la moglie ed insieme annuirono, non potevano allevare una tale obbrobrio. La misero quindi dentro una vecchia scatola di cartone e l’abbandonarono nella vicina discarica.

I pianti disperati della bambina non attirarono nessuno degli umani intenti a rovistare tra i rifiuti, ma purtroppo richiamarono una affamatissimo chihuahua gigante.

Il canide inizò a mangiare la gamba destra della neonata quando una e vera e propria orda di topi assalì la bestia salvando la bambina. Con grande sforzo i ratti portarono Pussy nella loro tana tra i rifiuti e l’allevarono come una di loro.

Ora Pussy è cresciuta, esercita l’antica professione di prostituta , ma non si è dimenticata dei topi che la salvarono ed a modo loro la amano.

Dai diamanti non nasce niente 
Dal letame nascono i fior
 

Fabrizio de André

Come vestirsi il giorno di Pasqua?

Amiche care, avete pensato a come vestirvi il giorno di Pasqua?

Ecco una proposta minimal che manderà fuori di testa il/la vostro/a compagno/a.

Saremo tutti confinati a casa per Pasqua, almeno diamo libero sfogo alle nostre fantasie erotiche.

Macelleria: Cronache del dopo bomba N5

E' ormai passato un secolo da quando USA e Russia scatenarono il conflitto nucleare. Il mondo ne uscì distrutto. Ma dopo un secolo il nostro pianeta ha ripreso a vivere.  Queste sono le cronache della vita sulla terra nell'anno 2121.

Gli umani non sono più quelli di un tempo sono tutti dei mutanti. Il mondo è controllato dall’OMG (Organizzazione Mondiale Gattesca) che fissa le regole di comportamento per tutti gli esseri viventi senzienti, umani compresi.

Un fenomeno che iniziò a manifestarsi pochi decenni dopo il conflitto nucleare fu il cannibalismo tra umani. Ma non fu dettato da necessità, semplicemente i nuovi umani iniziarono a ritenere eticamente normale nutrirsi tra simili.

I Gatti inorridirono all’idea, ma armati dallo spirito pragmatico che sempre li aveva animati decisero semplicemente di regolare il cannibalismo invece di vietarlo.

LEGGE SUL CANNIBALISMO UMANO.

art 1. Il cannibalismo tra umani, mutanti o meno, è legale.

art 2. È possibile procurarsi carne umana solamente preso le macellerie approvate dalle autorità feline locali.

art 3. I gestori delle macellerie possono procurarsi la carne da vendere cacciando gli altri esseri umani esclusivamente nella fascia oraria 20.00-22.00.

art 4. I gestori delle macellerie non possono cacciare altri gestori di macellerie.

art 5. Le macellerie possono vendere solo carne umana.

art 6. Ogni infrazione è punita la prima volta con l’amputazione degli arti e con la morte la seconda volta.


Franca e Giuseppe sono due macellai di Verona, la loro macelleria è considerata la migliore di tutta la città.

I gatti al potere: cronache del dopo bomba N3

E' ormai passato un secolo da quando USA e Russia scatenarono il conflitto nucleare. Il mondo ne uscì distrutto. Ma dopo un secolo il nostro pianeta ha ripreso a vivere.  Queste sono le cronache della vita sulla terra nell'anno 2121.

Molti di noi hanno sempre saputo che i gatti hanno un’intelligenza raffinata, ma fu dopo il conflitto nucleare che a causa delle radiazioni i mici presero la guida di quel che restava del nostro povero pianeta diventando la specie senziente dominante della Terra.

Tutto iniziò nel mese di Febbraio 2022, un mese dopo il grande conflitto nucleare.

Leo, un magnifico soriano stava vagando per le strade di Verona, distrutta da una bomba nucleare sganciata per errore sulla città dagli aerei della RAF.

Leo era sempre stato un gatto intelligente, aveva ammaestrato bene i suoi umani, sempre pronti ad ubbidire ai suoi comandi. Beninteso Leo amava i suoi umani, non li aveva mai sfruttati, diciamo che li aveva lasciati nell’illusione di essere loro i padroni di casa.

Ma ora Barbara ed Andrea erano morti, uccisi dalle radiazioni, mentre lui sembrava immune.

Pensando a tutto ciò senza rendersene conto si ritrovò vicino ai resti dell’Arena di Verona e conobbe Chicco, un enorme gatto rosso.

(traduzione dal miciesco)

Leo: “Ciao io mi chiamo Leo, e tu?”

Chicco: ” Piacere, Chicco.”

Leo: “Anche tu immune alle radiazioni? Conosci altri fratelli mici sopravvissuti?”

Chicco: “Qui a Verona tutti i mici sembrano essere sopravvissuti, se non quelli morti nei crolli delle abitazioni. Se vuoi ti posso portare a conoscere Jack, il capo di noi mici dell’Arena.”

Fu così che Leo conobbe Jack, un vecchissimo micio siamese di quasi 25 anni.

Jack: “Ciao Leo, sono felice di conoscerti. Io sono alla fine della mia lunga vita felina ma tu e tanti altri giovani mici avete il destino del pianeta sulle vostre spalle.

Noi mici siamo immuni alle radiazioni nucleari, dobbiamo diventare la specie dominante del pianeta, saremo noi il faro guida della terra.

Non scodinzolare così per il nervosismo , capisco bene che tu sia perplesso, ma guardati intorno. Gli umani o sono morti o sono gravemente minati nel corpo e nella mente a causa dalle radiazioni. Noi mici dovremo far rinascere questo pianeta. Non sarà facile, ma se i giovani mici si impegneranno nel giro di qualche secolo il pianeta risorgerà a nuova gloria.

I miei umani erano professori di fisica atomica all’università di Padova. A loro insaputa, ovviamente, in questi lunghi anni ho studiato tutti i loro libri di fisica atomica e quantistica ed ora so cosa ci aspetta. Io sto per morire, ma voi giovani mici avrete una vita lunga, più lunga di quella degli umani, le radiazioni che stanno uccidendo le altre specie della terra per noi sono una fonte di lunga vita.

Fratelli mici, è ora che iniziate l’opera di ricostruzione del pianeta.”

Così parlò Jack e dopo aver pronunciato l’ultima frase morì, ma morì contento, sapendo che una nuova alba attendeva i mici di tutto il mondo.

E’ passato un secolo da quei fatti e lentamente la nuova società gattesca sta nascendo. L’opera è lunga, anche perché lo spirito anarco-individualista dei mici continua a resistere. Fortunatamente i compagni del Partito Jackiano Comunista stanno facendo opera di proselitismo, facendo capire a molti mici che l’individualismo deve essere superato, in favore di un’idea socialista della nuova civiltà gattesca.

Ormai la situazione degli esseri viventi si è stabilizzata. Gli umani restanti o sono regrediti al livello di animali semisenzienti (come un tempo erano i cani, specie ormai scomparsa) oppure si sono evoluti sviluppando caratteristiche mutanti.

Purtroppo il mondo è ancora in larga parte ricoperto dalle rovine, ma la nuova civiltà gattesca sta nascendo, il sogno di Jack sta lentamente diventando realtà.

Robby e Circe la sensitiva: Cronache del dopo bomba N2.

E' ormai passato un secolo da quando USA e Russia scatenarono il conflitto nucleare. Il mondo ne uscì distrutto. Ma dopo un secolo il nostro pianeta ha ripreso a vivere.  Queste sono le cronache della vita sulla terra nell'anno 2121.

Nel 1956 un robot divenne famoso in tutto il mondo, si chiamava Robby ed era co-protagonista del film Il Pianeta Proibito.

Il conflitto nucleare mondiale del 2022 instillò in Robby (era conservato nel museo di Hollywood) la scintilla vitale.

Fu così che Robby si ritrovò vivo, pensante ed immortale in un mondo devastato dal conflitto nucleare.

Dopo qualche anno passato a studiare lo scibile umano in quel che rimaneva delle biblioteche Robby provò a fare vari mestieri.

Per prima cosa provò a fare il giornalista creando un suo proprio giornale. Il tentativo fallì miseramente dopo un anno in quanto nessuno dei sopravvissuti aveva interesse a comprare giornali.

Poi per qualche anno cercò di fare il porno attore … ma qui si scontrò con il fatto incontestabile che non aveva né cazzo né altri orani sessuali.

Intanto gli anni passavano e Robby iniziò a soffrire di depressione robotica. Purtroppo non esistevano famaci per curarsi, chi mai avrebbe pensato nell’era pre conflitto nucleare a sviluppare antidepressivi per i robot.

Per trovare la pace con se stesso iniziò un lungo viaggio per tutto il mondo. Il viaggio lo portò degli USA al polo sud, poi l’Africa, l’Asia e cosi via ì anno dopo anno visitò i luoghi più remoti del pianeta, compreso il mitico Bovolone in provincia di Verona.

Ma la pace interiore non arrivava … ed il viaggio continuava.

Fu così che giorno della primavera dell’anno 2121 mentre girovagava per la Grecia incontrò Circe.

Circe era una dolce mutante, capace di prevedere il futuro. Da bambina il re dei sorci l’aveva costretta a prostituirsi, e quando lei provò a scappare per punizione le amputò una parte delle gambe.

Ma Circe non si perse d’animo e nonostante la menomazione subita riuscì ad uccidere il re dei sorci. Libera, finalmente libera.

Fu allora che Circe incontrò Robby.

Forse vi sembrerà strano, ma fu amore a prima vista.

Ora li potete trovare agli angoli delle strade dove per pochi denari Circe predice il futuro, mentre Robby con amore la protegge.

Concludo la serie olimpica con Hermes (Mercurio per i romani)

Tra gli dei ellenici Hermes è sicuramente il più longilineo. Ma in fondo non è un dio di guerra, è un araldo ed il fisico possente non si addice a tale ruolo.

Il cazzo è comunque sempre pronto alla bisogna, ed Hermes non fa una gran distinzione tra uomini e donne quando si parla di sesso (cosa tipica d’altronde per il popolo ateniense).

E per finire … la madonna del cardellino

Inutile dire che non mi piace nemmeno Raffaello … Era sicuramente un genio, con una tecnica eccezionale, ma ciononostante non mi piace. Ma in fondo non mi piace nemmeno la Gioconda. Mentre il mio mito è Caravaggio.

Ma non è per mancare di rispetto a Raffaello che ho fatto questo disegnino … diciamo che volevo vedere una versione un po’ meno edulcorata del famoso dipinto.

Amor Sacro e Amor Profano

Ci sono dei quadri del ‘500 italiano che sono considerati dei capisaldi della storia dell’arte. Uno di questi è Amor Sacro e Amor Profano di Tiziano.

Io non amo Tiziano (sia io che Barbara lo troviamo stucchevole) ma ciononostante ho provato a “rifare” a modo mio il suo famoso quadro.

Gli amanti dell’arte vera mi perdonino … sappiate che vi proporrò anche Venere sulla Conchiglia e La Madonna del Cardellino … tremate 🤣