Direttamente dalla fine anni ’40

Amiche mie, ecco una creazione fortemente ispirata alla fine degli anni 40. Una leggera camicetta ed una gonna castigatissima con taglio sotto il ginocchio saranno perfette per il vostro pranzo pasquale in casa. Gli occhiali grandi con montatura bianca sono un must, se volete assomigliare alle dive di Hollywood di quegli anni. Anche la borsetta, assolutamente senza impugnatura o tracolla è necessaria.

Il look non prevede tette grandi, vanno bene tutte le dimensioni e forme (quindi non scappate scuse). L’importante è che la camicetta arrivi esattamente al livello dei capezzoli, che dovranno essere bene in vista.

Fatemi sapere, 😘😘😘😘

Cazzolotto

Ed ecco la mia prima pubblicità … forse dovevo fare il pubblicitario? 😂

©️ andrea 😇

yoga 31 marzo: esercizio difficile

Care amiche, siamo arrivati a fine marzo e per finire il mese in bellezza vi propongo questo esercizio. Farlo è difficile, non è un problema di forza ma solo di equilibrio.

L’utilizzo di ben due vibratori lo renderà più intenso.

Yoga 30 marzo. Esercizio di buon giorno

Care amiche il confinamento in casa prosegue, ed anche le mie proposte di yoga sessuale.

Questo esercizio è semplicissimo, ma deve essere fatto correttamente (la gamba posteriore non deve essere piegata ma nemmeno deve essere in iper estensione).

Yoga 29 marzo: esercizio molto molto difficile

Amiche care, potete fare questo esercizio anche con la vostra compagna purché indossi uno strap-on (cintura con cazzo artificiale).

In subordine potete fare gli esercizi senza la parte sessuale.

Per i miei amici: tutti gli esercizi vanno bene anche per voi, basta che sostituiate nelle spiegazioni la parola “passera” con “ano”, c’est facile 😉

Yoga 26 marzo

Care amiche, ecco un esercizio di base, preliminare a tutti gli altri. Questo asana può essere davvero fatto da tutte.

L’esercizio ha comunque un certo grado di difficoltà, specialmente quando il vibratore provoca l’orgasmo.

PS È essenziale una corretta respirazione diaframmatica.

Yoga 25 marzo: esercizio difficile

Care amiche, questo è davvero un esercizio molto molto difficile. Occorre avere grande flessibilità, un enorme senso di equilibrio e forza nei deltoidi e tricipiti.

Avere un compagno che riesce a stare saldamente in posizione con un cazzo bene duro è un aiuto non indifferente.