Amor Sacro e Amor Profano

Ci sono dei quadri del ‘500 italiano che sono considerati dei capisaldi della storia dell’arte. Uno di questi è Amor Sacro e Amor Profano di Tiziano.

Io non amo Tiziano (sia io che Barbara lo troviamo stucchevole) ma ciononostante ho provato a “rifare” a modo mio il suo famoso quadro.

Gli amanti dell’arte vera mi perdonino … sappiate che vi proporrò anche Venere sulla Conchiglia e La Madonna del Cardellino … tremate 🤣

Mutilazioni dei neonati nella civilissima e cristiana Italia

Ieri notte guardavo una puntata della serie fantascientifica The Orville. Una serie strana, tra la commedia comica e la fantascienza classica.

Nella puntata in oggetto veniva trattato un argomento serissimo anche se in modo scanzonato. Vi chiedo di seguirmi con un minimo di pazienza

Premessa: un membro dell’equipaggio della nave stellare Orville è incinto, fa parte di una specie in cui sono tutti maschi. Evvabbè, direte voi, è solo fantascienza … solo che il neonato è in realtà una neonata.

Scandalo, i governanti del pianeta del membro dell’equipaggio pretendono che si intervenga chirurgicamente per rendere maschio la neonata.

Nella loro società essere una femmina è un errore genetico, anzi di più, è un considerata una cosa obbrobriosa.

A nulla valgono le proteste dei membri dell’equipaggio ed il rifiuto del padre della neonata… il cambio di sesso dove essere fatto, ed infatti viene eseguito.

Fantascienza, cazzate, direte voi, peccato che in Italia avvenga la stessa cosa.

Cooosa? Impossibile, in Italia nascono sia maschi che femmine, già vi sento mentre lo affermate mentalmente.

E qui arriviamo al discorso serio.

In Italia nascono ogni anno tanti intersessuali, circa il 2% delle nascite, (quelli che un tempo venivano chiamati ermafroditi), ovvero persone con entrambi i sessi, maschile e femminile.

Questi neonati non sono né maschi né femmine e sono intollerabili per la nostra società che non accetta niente di diverso dalla dualità maschio/femmina.

Il risultato è che questi neonati vengono operati … dopo ovviamente aver chiesto ai genitori che sesso vogliono per il/la figlio/a.

Per il resto della vita queste persone saranno poi costrette a terapie ormonali in modo che il loro aspetto sia conforme al sesso scaturito in sala operatoria.

E’ una vergogna totale, una qualcosa che lede i diritti delle persone.

L’intersessualità non è una malattia, le persone intersessuali potrebbero avere una vita normalissima come tutti i “normalissimi” maschi e femmine.

Ma la morale cristiana che controlla il nostro paese non concepisce nessuna deviazione dallo standard, e quindi ben venga la mutilazione di questi neonati innocenti.

Beh, non è molto diverso da quanto raccontato nel telefilm, vero?

L’unica differenza rispetto al telefilm è che in Italia non c’é nessun obbligo ad intervenire chirurgicamente… ma secondo voi quanti genitori accettano di avere dei figli intersessuali che poi saranno considerati dei mostri dalla nostra società cristiana?

Giunone

Una Giunone poco giunonica e molto atletica …

Comunque le tette sono della 4ª/5ª misura.

giunone

Ade

Conoscete tutti Ade, il dio ellenico degli inferi , ma così non l’avete mai visto.

Cazzi (retrospettiva)

Tutti i cazzi in slide-show (sono la bellezza/bruttezza di 38 cazzi).

L’obiettivo non è tanto disegnare solo cazzi al naturale ma proporre in aggiunta cazzi improbabili, cazzi fantastici , cazzi nelle favole, cazzi poetici ecc.

Non so se sono riuscito nell’intento, a voi il giudizio. Se mi vorrete lasciare il vostro parere (non importa che sia positivo) ve ne sarò grato.

Aspettando …

… purtroppo con due corsi da tenere, e la produzione del relativo materiale didattico, i nuovi disegni stanno andando in secondo piano.

Hermes ed Ares sono a buon punto, ma ancora a livello di bozze.

Nel frattempo continuerò a proporre retrospettive.

Tra “cazzi”, “passere”, “cronache post catastrofe nucleare” , quale retrospettiva preferite?

Mi direte (spero), mo’ vi lascio che le lezioni incombono.

Shunga rivisitato (retrospettiva)

Attendendo Hermes (Apollo per i romani) ecco la mia rivisitazione dell’arte Shunga.

L’arte Shunga (1600-1800) raffigurava atti sessuali espliciti. Noi occidentali, preda dei tabù cristiani, la bolliamo come pornografia, ma invece era un’arte squisita.

Ecco una mia rivisitazione fumettistica dell’arte Shunga (ma la mia è solo una rivisitazione, non è arte)

Atena

Continuando con le dee dell’Olimpo ecco Atena.

Ma è anche una creazione di moda di Andreino!

Un vestitino così, che richiama la moda ellenica, sarebbe perfetto per le vostre cene estive. Non abbiate timore di mostrare il vostro corpo, basta con questi tabù.

Sarebbe necessaria una rasatura totale della vostra passera, onde non attirare l’attenzione su di lei invece che sul vostro vestito (sono esentate dalla rasatura solo le bionde totali, ma io in Italia non ne ho incontrata nemmeno una).