Estate in una spiaggia solitaria.

A luglio la spiaggia naturista del nido dell’aquila era sino alle 10 di mattina davvero deserta.

Sembrava quasi di essere trasportati in un altro mondo. A me veniva da pensare a come doveva essere il mare prima che l’uomo lo invadesse con il suo inquinamento, materiale, visivo ed acustico.

Disegno: tecnica mista di colore a macchie e retinature.

Barbara ❤️

Summer on a Solitary Beach – Franco Battiato

Passammo l’estate
Su una spiaggia solitaria
E ci arrivava l’eco di un cinema all’aperto
E sulla sabbia un caldo tropicale
Dal mare.
E nel pomeriggio
Quando il sole ci nutriva
Di tanto in tanto un grido copriva le distanze
E l’aria delle cose diventava
Irreale.

Mare mare mare voglio annegare
Portami lontano a naufragare
Via via via da queste sponde
Portami lontano sulle onde

Un ritratto di Barbara di qualche anno fa

Essendo in questo periodo completamente assorbito dal lavoro (ricerca scientifica, preparazione materiale didattico e teledidattica) il tempo per fare nuovi disegni è ridotto. Ne approfitto quindi per riproporre qualche vecchio disegno.

Il prossimo disegno “nuovo” sarà invece sulla moda (ma devo ancora individuare il periodo … anni ’60?).