La Torcia Umana

Johnny Storm è, o meglio, era la torcia umana dei Fantastici Quattro.

Johnny era noto per essere un playboy, donne su donne … ma forse non sapete (la Marvel l’ha tenuto segreto) che Johnny si è sempre sentito una donna. Una donna lesbica, come ebbe a dichiarare a sua sorella Sue Storm.

Qualche anno fa Johnny ha deciso di adattare il proprio fisico alla sua realtà interiore.

Ora Johnny si chiama Jenny, ha un bellissimo corpo femminile, e continua ad essere la torcia umana, a dispetto della Marvel che ha chiuso le pubblicazioni dei Fantastici Quattro.

Correva l’estate primi anni ’80

… ed io feci una figura di merda che la metà sarebbe bastata.

Come ho già scritto, il mio paese (San Vincenzo) è il classico paese da vacanze estive. Seimila abitanti che diventano molte decine di migliaia durante il perido estivo, soprattutto tedeschi, olandesi, milanesi e fiorentini.

Negli anni 70/80 per noi ragazzi e ragazze l’estate era periodo di sesso estivo. Ogni luogo appartato all’aperto era ottimo per fare sesso, se poi la persona con cui si voleva scopare viveva in un appartamento estivo dei genitori, e questi non c’erano, ancor meglio.

Fu in tale contesto che conobbi a luglio una ragazza di Milano.

P. stava passando l’estate a San Vincenzo insieme ad un’amica nell’appartamento dei genitori … che non sarebbero arrivati prima della metà di Agosto. Non ricordo la sua età, credo una ventina d’anni, insomma, più o meno una mia coetanea.

Molto carina, con i capelli rossi ed una carnagione tipica delle rosse.

Sia come sia, ci ritrovammo dopo un pomeriggio passato al mare in casa sua, solo noi due, la sua amica intelligentemente si era data uccel di bosco.

Ora non sto a raccontarvi i dettagli, questo non è un racconto erotico, non mi riuscirebbe a scriverne uno con me protagonista, ma è sufficiente dire dopo poco eravamo nudi sdraiati sul pavimento.

Ho sempre adorato i preliminari, ovviamente se alla partner piacciono, e tra questi non poteva mancare la lingua che stimola il clitoride. Avevamo fatto il bagno in mare solo mezz’ora prima e la sua passera era deliziosamente salata … solo che mentre mi davo da fare con la lingua sentii il suo clitoride crescere … cavolo nel giro di pochi secondi era diventato lungo un paio di cm.

Ed io che feci invece di continuare? Mi misi a ridere come un cretino dicendo qualcosa del tipo “O che hai nella fica?” (da no si dice Fica, non Figa).

L’avessi mai fatto, P. giustamente si incazzò come una iena. Come finì ? Semplice, fui buttato fuori casa e P. non mi volle rivedere.

Della serie “sempre collegare la bocca al cervello prima di parlare”.

Sono rimasto con il rimpianto di non essere stato zitto … anche perché non ho più incontrato una ragazza con tale spettacolare ed in qualche modo meravigliosa caratteristica.

Certo, ho visto a Parigi in una palestra di culturismo delle ragazze strafatte di anabolizzanti con dei clitoridi ipertrofici, ma quella di P. era una cosa diversa, assolutamente naturale.

Oro (supereroine comuniste)

Il 21 dicembre 1961 Natasha era regolarmente al lavoro nella fabbrica orafa di Vladivostok. La giornata era freddissima, con il termometro che non saliva mai sopra i -30ºC.

Su tutta la regione si stava scatenando una vera e propria tempesta, nel cielo i lampi ed i tuoni si susseguivano senza sosta …. sembrava che su in alto fosse in atto Ragnarok, la battaglia finale degli dei norreni contro le forze del caos .

Era quasi mezzogiorno quando un fulmine di una potenza inimmaginabile colpì la fabbrica fondendo tutte le macchine elettriche.

Natasha, che stava lavorando vicino ad un enorme altoforno elettrico usato per fondere l’oro, fu investita da un getto del nobile metallo.

Le compagne ed i compagni di lavoro assistettero impotenti alla tragedia, Natasha sembrò a tutti spacciata.

Ma poi avvenne la trasformazione, intere parti del corpo di Natasha si trasformarono in Oro Vivente.

Una nuova supereroina era nata!

Natasha, con il nome di battaglia di Oro, si distinse nella guerra finale tra le forze comuniste e quelle capitaliste.

Lottò senza tregua sino a quando il socialismo non uscì vittorioso.

Ora, a distanza di 55 anni dalla vittoria finale, il mondo intero, unito sotto la bandiera del socialismo la ricorda con commozione e ringraziamento.

Hasta la Victoria Siempre compagna Oro.

L’URSS alla conquista del cosmo

14 agosto 1958: la compagna Olga Pussotchka viene mandata nello spazio, con l’obiettivo di essere la prima umana a camminare sul suolo lunare.

20 agosto 1958 : Olga scende dal modulo lunare pronunciando le famose parole «un piccolo passo per un essere umano, un grande passo per la rivoluzione socialista!»

22 agosto 1958: una tempesta solare investe la luna.

23 agosto 1958: Olga inizia a sviluppare superpoteri.

24 agosto 1958: Olga scopre di non avere più bisogno di aria e della tuta spaziale per sopravvivere nel vuoto. Olga diventa la prima nudista spaziale.

25 agosto 1958: Olga scopre di saper volare a velocità superluminale.

26 agosto 1958: Olga ritorna sulla terra impiegando per il viaggio solo un centesimo di secondo.

27 agosto 1958: tutti i paesi socialisti acclamano Olga, la prima supereroina spaziale comunista.

1 dicembre 1958: Un gruppo di scienziati inizia lo studio di un motore stellare che permetta di muoversi a velocità estremamente superiore a quella della luce, proprio come Olga.

14 agosto 1959: il primo razzo sovietico superluminale viene lanciato con successo.

15 agosto 1959: un’astronave vulcaniana, dopo aver assistito al lancio sovietico, scende in pace sulla Piazza Rossa.

1 ottobre 2059: sovietici e vulcaniani firmano il trattato per costituire la Federazione Galattica Socialista (FGS)

14 agosto 1968: I sovietici, a nome della FGS, lanciano un programma di esplorazione della galassia di Andromeda. La missione è guidata dalla Compagna Olga .